:: Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
:: Menu principale
Inviato da Ferruccio il 9/9/2012 11:00:40 (653 letture)

Sabato 27 ottobre, presso l'Auditorium del Comune di Chiampo, si terrà l'annuale rassegna di cori. Saranno con noi due corali molto famose, una proveniente dalla Spagna ed una dal Trentino. Ritornano nella valle del Chiampo infatti la "Coral Som" di Barcellona e il Martinella di Folgaria, grazie al grande rapporto di amicizia che dura da oltre vent'anni, alimentato dal contatto tra i coristi delle varie formazioni. Si tratta di un'occasione importante, per gli amanti del bel canto perchè verranno presentati dei pezzi unici che mettono in risalto la cultura e le tradizioni dei luoghi di origine.L'inizio della serata sarà alle ore 20.30 e l'ingresso, come sempre, sarà gratuito.


Inviato da Ferruccio il 8/9/2012 22:17:41 (628 letture)

Sono iniziate stasera, giorno della Madonna di Monte Berico, i festeggiamenti per i cinquant'anni dalla consacrazione della Chiesa della Pieve di Chiampo. La Comunità francescana ha voluto ricordare l'avvenimento con la presentazione di un video che raccoglie una serie di scatti fotografici dell'epoca e con l'esibizione delle tre corali da sempre legate al Santuario, Coro Tau, Corale della Pieve e Coro El Vajo. Un invito che ha fatto molto piacere perchè questa realtà è un grande patrimonio per la nostra città e per l'intera vallata. Padre Bruno, Guardiano, ha ricordato i momenti più significativi della consacrazione, con la presenza del Vescovo Carlo Zinato. Toccante la recita della poesia del nostro caro poeta Giacomo Zanella" A un'antica immagine della Madonna" ispirata dalla scultura che, sin dal millequattrocento adorna la chiesa della Pieve. La partecipazione alla serata è stata straordinaria.


Inviato da Ferruccio il 8/9/2012 8:43:35 (606 letture)

Carissimi amici. Oggi è una festa particolare per tutti i vicentini sparsi per il mondo e per i loro discendenti. E' la festa della Madonna di Monte Berico e non posso dimenticare come sia ricordata con amore dalle nostre comunità all'estero di origine vicentina. La Sua immagine ha accompagnato intere famiglie nella loro migrazione verso terre lontane e ha reso meno traumatico il distacco dalla propria terra e dai propri affetti. Siamo di ritorno da una tournée impegnativa, che ci ha fatto conoscere nuovi amici e che ha rinsaldato antichi legami. Gli emigrati sono parte della nostra grande famiglia e per questo vi giunga un sentito augurio di buona festa.


Inviato da Ferruccio il 6/9/2012 10:05:42 (720 letture)


L'amica Arch. Silvia Costanzo, nostra guida nella visita della città di Cordoba durante la recente tournée in Argentina e Cile, ci ha inviato una preziosa sintesi del nostro incontro. Mi fa piacere condividerla con i coristi ed i sostenitori del Coro.


"Le voci che ci portano lontano…e anche vicino…

C’é stata una visita davvero speciale.
Un mazzo di voci, ma soprattutto di persone, di un carattere sensibile fino a scoinvolgerci.
Una mezza giornata trascorsa insieme é stata sufficente per legarci a loro.
Appena arrivati, un pranzo dove ci siamo conosciuti.
E dopo il pranzo, un percorso per la cittá e scoprendo insieme il centro storico di Córdoba. Una visita dove si é svegliata la curiositá per i luoghi visitati.
Alla fine del percorso, un piccolo gioiello: la Cappella domestica dei gesuiti, dove i coristi sono rimasti veramente meravigliati.
E per finire, la chiesa Della Compagnia di Gesú dove la sera avrebbero cantato: il tempio piú antico e con un soffitto in legno che ha sorpresso loro.
Propio quel concerto serale, é stato il momento delle grandi emozioni per ambidue gruppi: quelli che facevano salire le sue voci fino a lassú e, quelli che ascoltavano con gli occhi scintillanti e pieni di emozione contenuta.
La cena con piatti tipici é stato il momento di gioia e canto allegro.
E alla chiusura c’é stato un altro momento di scambi di pensieri, parole e sopratutto di abbracci e baci per un…a presto".

Silvia


Inviato da Ferruccio il 19/8/2012 17:54:09 (603 letture)

La serie di concerti in Argentina e Cile e'appena terminata e il quattro settembre si riprendono le prove. Ci attende un impegno immediato, sabato otto settembre, alla Pieve di Chiampo. Si ricordano i cinquant'anni della consacrazione della chiasa "antica",costruita neiprimi anni sessnta del secolo scorso dopo aver demolito la chiesetta risalente ai primi secoli del vecchio millennio. Un modo per unire passato e presente, aspettando la consacrazione della costruenda Cappella Sepolcrale del Beato Claudio. Tre cori accompagneranno la narrazione, con immagini scattate all'epoca, dei lavori di costruzione. Fu il Vescovo Carlo Zinato, nel settembre del 1962, a benedire il nuovo edificio sacro, edificato con l'aiuto della popolazione delle valli del Chiampo, di quella dell'Agno e dell'Alpone.


Inviato da Ferruccio il 14/8/2012 20:52:16 (615 letture)

Con l'atterraggio del volo Iberia delle 11.15, a Venezia, e il trasferimento in pullman a Chiampo, si è conclusa la tournée in Argentina e Cile. All'impegno è seguita la spossatezza ma la gioia è stata grande. La missione di portare un momento particolare di gioia ai nostri emigranti ha avuto successo. Il canto unisce i cuori e non ci sono barriere, ne di lingua ne di ideologia che possano impedirne la propagazione. Paolo Gioco ama dire che: "se vedi un gruppo di persone che stanno cantando lungo la strada, avvicinati senza paura ed unisciti a loro. Sono certamente brava gente".


Inviato da Ferruccio il 13/8/2012 14:07:55 (619 letture)

Arrivano dall'Italia strane voci su una intossicazione alimentare che avrebbe colpito i ragazzi del Coro. Si e' trattato soltanto di una rapida influenza di carattere virale, che ha colpito sette-otto coristi e che si e' risolta in due giorni, con poche linee di febbre e combattuta con la semplice tachipirina.Da ieri tutti in piena forma.


Inviato da Ferruccio il 13/8/2012 14:04:41 (608 letture)

Presieduta da Padre Giuseppe Tomasi (Bepi da le Teze), la S. Messa allo Stadio Italiano ha visto la partecipazione di numerosissimi fedeli di origine italiana. Pregnanti e significative le parole de Padre Giuseppe, da oltre quarant'anni impegnato nelle missioni scalabriniale del Sud America, dall'Uruguay all'Argentina e Cile. La giornata ha visto il coro visitare la bella citta' mdi Santiago, pulita, ordinata. Si nota che e' un Paese in grande evoluzione e di una certa ricchezza, anche se le sacche di poverta' non sono poche.
Luned¡ si parte per il rientro in Italia. Volge alla fine questa nuova esperianza tra gli emigranti del Coro El Vajo. Torniamo piu' ricchi nello spirito e vogliosi di continuare con impegno la nostra missione e passione: il canto.


Inviato da Ferruccio il 12/8/2012 15:05:32 (801 letture)

Il volo per Santiago del Cile dura appena quaranta minuti. Si scavalcano le Ande e si atterra nella terra che ha visto una forte emigrazione italiana sopratutto dopo la prima e seconda guerra mondiale. Il coro si e' esibito allo Stadio Italiano, una stupenda struttura che e' la casa degli italiani della citta', dove tutta una serie di strutture permette di passare il tempo libero. Straordinario il concorso di pubblico e grande la soddisfazione per la riuscita della prestazione. Ad accogliere il coro altri due gruppi canori, uno di ragazze della scuola universitaria ed uno di alpini, arrivati in Cile negli anni cinquanta. Anfitrione della serata Jorge Andrighetti, che ha curato nei particolari la nostra presenza e Padre Giuseppe Tomasi, chiamato Bepi da le Teze, perche' nato nella frazione del Comune di Arzignano.


Inviato da Ferruccio il 12/8/2012 14:58:58 (583 letture)

Silvana e Bruno ci stavano aspettando. E' loro il merito della nostra presenza a Mendoza. La citta' si presenta molto bella e curata. Le piante, che affiancano tutte le strade la fanno da padrona, trasformando un grosso insediamento urbano in una zona tranquilla, mitigando il caos del traffico. Disegnata sullo schema del cardo e decumano di origine romana, e' facile da visitare. Colpiscono le sue piazze e l'immenso gierdino, dove la gente passa buona parte del suo tempo libero.
Il concerto, tenuto alla Dante Alighieri, ha visto l'incontro con la folta comunita' italiana della citta'. Circa il sessanta per cento della popolazione ha radici lontane nello stivale italico. Nonostante qualche defezione a causa di una lieve influenza che ha colpito il gruppo, i ragazzi hanno sollevato un grande entusiasmo, contribuendo per un'oretta a respirare aria di casa nostra, come sognavano i presenti. Presente tra il pubblico l'anziano motociclista Zito, protagonista negli anni cinquante di memorabili vittorie in sella alla Ceccato e poi alla Ducati.


Inviato da Ferruccio il 12/8/2012 14:50:10 (612 letture)

Circa 650 chilometri separano Cordoba da Mendoza, citta' ai piedi della cordigliera andina. Percorrerli in pullman e' un incanto. La sierra mostra scorci di panorama fantastici; brulla e battuta dal vento era in alcuni tratti segnata dalla neve. Campi coltivati per altri trecento chilometri e poi duecento di deserto. La zona di Cordoba era in passato cosi', desertica e invivibile. Sono stati gli emigranti di fine ottocento e primi novecento a creare una serie di canali che, sfruttando l'acqua proveniente dalle ande quando la neve si scioglie, hanno trasformato il territotio in uno dei piu' fertili dell'Argentina. Gli ultimi cento chilometri sono una sterminata distesa di vigneti.


Inviato da Ferruccio il 10/8/2012 0:37:07 (601 letture)

I duecento chilometri che separano Rio Cuarto da Cordoba son stati un momento di riposo per tutti i ragazzi. Il pullman invita al sonno e nessuno ha fatto resistenza. Ad attenderci gli amici Renzo, Silvia e Silvana. Il pomeriggio e' stato dedicato alla visita al centro della bella citta', in particolare le forti presenze gesuitiche, la Cattedrale e il complesso delle suore Carmelitane Scalze. Verso le diciotto il Coro ha visitato la piu' antica chiesa della citta', costruita dai gesuiti ai primi del seicento. Proprio in quel tempio stupendo si e' tenuto il Concerto, che ha visto la presenza di una folta comunita' italiana. Grande l'emozione e la soddisfazione, per le emozioni trasmesse e per la vivacita' dell'incontro. Ricordare le vicende passate per costruire un presente importante e guardare il futuro con serenita'.


Inviato da Ferruccio il 8/8/2012 13:26:15 (557 letture)

Nella sede della Societa' Italiana di Rio Cuarto si e' tenuto il Concerto. Una bellissima struttura che e' stata voluta dagli italiani della zona, come punto di incontro ricreativo e culturale per l'intera comunita' italiana. Folta la partecipazione ed intense emozioni hanno accompagnato l'esibizione del Vajo, introdotta dalla Corale della Comunita' Italiana. Un bel gruppo che ha fatto vedere come non ci siano confini quando c'e' di mezzo il canto. Folta la partecipazione delle autorita'. Il Coro dell'Universita' era presente ad ascoltare ed alla fine si e' scatenata la voglia di continuare la serata in modo informale, nella gioia. Marco Targhetta, al quale va il nostro grandissimo grazie per la professionalita' con quale ha organizzato la nostra presenza, e' stato perfetto. Certamente questa presenza sara' foriera di nuove iniziative sia con il Coro El Vajo che con l'Ente Vicentini rappresentato da Ferruccio come Presidente della Commissione Cultura.


Inviato da Ferruccio il 8/8/2012 13:18:59 (581 letture)

Nel pomeriggio c'e' stata la visita all'Universita' Statale. Una bellissima struttura alle porte della citta', con circa ventimila studenti provenienti dalla citta' e dal circondario. Ci aspettava il Pro Rettore con la Direttrice del Coro dell'Universita'. Interessante lo scambio di vedute sui rapporti tra Italia e Argentina, in particolare con le Istituzioni Venete e del Vicentino. Non e' mancato il momento del canto, che ha aperto nuove prospettive nel rapporto tra i due cori.


Inviato da Ferruccio il 7/8/2012 17:37:14 (523 letture)

Il Coro ha vissuto momenti emozionanti alla Scuola Italo Argentina di Rio Cuarto. L'Istituto, voluto dalla Comunita' Italiana, di concerto con lo Stato Argentino, vede l'italiano protagonista dell'insegnamento. I ragazzi, dalla prima elementare e fino alla terza media, studiano non solo la lingua italiana ma anche approfondiscono la nostra cultura, le nostre tradizioni, la storia della nostra emigrazione. L'accoglienza e' stata entusiasmante, con i ragazzi schierati all'ingresso della scuola. Dopo alcuni discorsi di circostanza, il maestro Paolo Gioco ha spolverato la sua tradizionale vivacita' facendo cantare i ragazzi ed il coro, creando un ambiente famigliare e coinvolgente dimostra la loro preparazione e le insegnanti non hanno nascosto la loro emozione. L'insegnante di italiano ha preparato uno spezzone di sceneggiatura imperniata sul tema della migrazione dall'Italia al nuovo mondo.
E' seguita la visita alla citta', con il Museo che narra la storia della nascita e sviluppo di questa parte del territorio argentino, la Chiesa dei Francescani, che hanno segnato la storia del cristianesimo nella regione di Cordoba, assieme ai Gesuiti e la Chiesa Cattedrale.


Inviato da Ferruccio il 7/8/2012 4:01:48 (579 letture)

Dopo seicento chilometri di strade non proprio scorrevoli siamo arrivati a Rio Cuarto verso le diciassette. Ad Attenderci l'amico Marco Targhetta, coordinatore dei Giovani Veneti dell'Argentina. L'albergo e' in pieno centro della citta'. Il programma di domani martedi' sette agosto e' molto impegnativo.
Alle nove e' prevista la visita alla scuola Italo Argentina, voluta dai nostri emigranti italiani e dallo Stato Argentino, per dare un'attenzione particolare alle generazioni discendenti dei nostri connazionali partiti nel corso degli anni per questo angolo d imondo.
Alle undici ci sara' il tour della citta', con la visita ai luoghi piu' significativi.
Dopo pranzo l'appuntamento e' per le quindici, all'Universita' Statale: Seguira' una passeggiata nel centro storico e la visita alla Cattedrale.
Alle venti e' previsto il Concerto. Ci accogliera', con tre cante, il Coro degli Italiani. Seguira' la cena. E' prevista la presenza di molte autorita' e l'evento ha gia' trovato spazio nella stampa locale.
Mercoledi', di buon mattino, partenza per Cordoba.


Inviato da Ferruccio il 5/8/2012 3:50:07 (602 letture)

Teatro zeppo a San Isidro, parte nord di Buenos Aires, per ascoltare l'esibizione del Coro El Vajo. Accolti dalla corale mista degli emigranti abruzzesi, i ragazzi di Paolo Gioco hanno presentato un repertorio di vecchie canzoni della tradizione veneta e non solo. Presenti alla serata molte autorita' locali, con il vice sindaco della citta', la Presidente del Circolo Vicentini Karin Orlandi e del Presidente Onorario Desio Zen, la rappresentanza della Dante Alighieri, i presidenti delle Associazioni Aruzzese, Trevisana, calabrese e delle Associazioni Venete. La serata si e' conclusa nella sede degli abruzzesi, con un rinfresco e una serie di canti a cori riuniti che hanno trasformato l'incontro in una vera e propria festa. A dodicimila chilometri di distanza abbiamo trovato un pezzo d'Italia. Felici di essere argentini ma orgogliosi d'essere nati nella bella Italia, che e' sempre nel loro cuore.


Inviato da Ferruccio il 4/8/2012 14:04:37 (552 letture)

Arrivati nella mattinata di venerd¡ tre agosto a Buenos Aires. Tempo incerto e bassa temperatura. Nel pomeriggio visita alla Boca e a Plaza de Majo. Accoglienza straordinaria da parte degli amici del Circolo Vicentini, che ha messo a disposizione la guida per la visita della citta'. In serata pizza all'argentina all'ombra dell'Obelisco.
Stamattina, quattro agosto, visita a Porto Madero e alla Recoleta. Il Concerto sara' alle 16.00 a San Isidro.


Inviato da Ferruccio il 2/8/2012 11:25:43 (574 letture)

Ecco i riferimenti per i famigliari.

Buenos Aires (3 notti): Hotel VIA SUI (http://www.viasuihotel.com.ar). Servizi: riscaldamento, TV, internet Wi-Fi, cassaforte, snack bar.
Rio Cuarto (2 notti): Hotel OPERA (www.operahotelrio4.com.ar). Servizi: riscaldamento, TV, internet Wi-Fi, cassaforte, ristorante e bar, lavanderia.
Córdoba (1 notte): Hotel DORA (http://www.hoteldora.com/). Servizi: riscaldamento, TV, internet Wi-Fi, cassaforte, ristorante e bar, lavanderia.
Mendoza (2 notti): Hotel URBANA CLASS (www.urbanaclasshotel.com.ar). Servizi: riscaldamento, TV, internet Wi-Fi, cassaforte, ristorante e bar, lavanderia.
Santiago di Cile (2 notti): Hotel EUROTEL PROVIDENCIA (www.eurotel.cl/providencia). Servizi: riscaldamento, TV, internet Wi-Fi, cassaforte, ristorante e bar, lavanderia.


Inviato da Ferruccio il 28/7/2012 17:50:51 (579 letture)

L'orario per il Concerto di Cordoba è alle ore 21.00 nella Chiesa Maggiore dei Gesuiti, la più antica della città.
Il Concerto a Santiago del Cile è previsto per le ore 20.00, mentre la S. Messa di domenica 12 sarà allo Stadio Italiano, alle ore 12.00. Presiederà l'amico scalabriniano Padre Giuseppe Tomasi, nativo di Tezze di Arzignano.


Inviato da Ferruccio il 28/6/2012 16:40:07 (652 letture)

Il Coro è in partenza per l'Argentina ed il Cile. Mancano pochi giorni al fatidico due agosto quando la tournée prenderà il via. Cinque i concerti programmati, quattro in Argentina ed uno in Cile. Sarà un grande momento di incontro con le comunità venete e italiane di quei Paesi che nel corso di oltre 130 anni hanno accolto milioni di emigranti.

Tournée in Argentina - Cile, 02-14 agosto 2012

02 giovedì. Partenza da Chiampo alle 15.30. Volo Iberia da Venezia alle
19.15

03 venerdì. Arrivo con volo aereo a Buenos Aires, via Madrid alle ore otto del mattino. A partire dall’aeroporto avremo il pullman a disposizione per tutto il periodo della tournée, fino al rientro da Santiago del Cile. Sistemazione in albergo con arrivo verso le 09.30. Mattinata libera. Verso le 13.00 pranzo e nel pomeriggio visita della città. (Plaza de Majo, la Cattedrale, la Recoleta, Porto Madero). Ore 20 cena e serata libera.

04 sabato. Al mattino visita alla città (teatro Colon, quartiere Palermo, la Boca). Nel pomeriggio, alle ore 16.00, nel Teatro di S. Isidro, Concerto. Introdurrà l'evento il Coro Abruzzese, formato dagli emigranti
05 domenica. S. Messa al mattino con accompagnamento del Coro e, dopo il pranzo, completamento della visita della città.

06 lunedì. Trasferimento in pullman a Rio Cuarto (circa 600 chilometri). Pranzo lungo il percorso. Arrivo verso le 18.00 e sistemazione in albergo. Cena. Serata libera.

07 martedì. Visita della città e pranzo. Rientro in albergo verso le 15.30. Concerto serale a Rio Cuarto.

08 mercoledì. Trasferimento in pullman a Cordoba (200km.)nella mattinata. Pranzo e visita pomeridiana alla città. Concerto in serata.

09 giovedì. Trasferimento a Mendoza (680 km.). Serata libera

10 venerdì. Visita alla città di Mendoza. Alle 20.30 Concerto serale in memoria di Antonio Tomba.

11 sabato. Trasferimento aereo per Santiago del Cile. Concerto serale a Santiago del Cile, presso lo Stadio Italiano, Salone Taormina. Il Coro sarà accolto dal gruppo Corale degli Alpini emigrati in Cile.

12 domenica. S. Messa al mattino presso la Missione di Padre Bepi Tomasi (“da le Teze de Arzegnan”), con accompagnamento del Coro. Pranzo e visita alla città al pomeriggio. Cena e serata libera.

13 lunedì. Trasferimento aereo per Italia, con partenza da Santiago del Cile con la compagnia Iberia.

14 martedì. Arrivo in Italia a Venezia, via Madrid, alle ore 11.25. Arrivo a Chiampo verso le 13.30.


Inviato da Ferruccio il 9/6/2012 17:34:52 (511 letture)

La giornata dei "Cori a Venezia" ha avuto notevole successo, grazie all'organizzazione ed alla qualità dei gruppi corali presenti. Per chi è interessato, sulla pagina di Facebook del Coro El Vajo, gli amici Stefano e Mariano Lovato hanno pubblicato una interessante sequenza di immagini scattate per l'occasione.


Inviato da Ferruccio il 1/6/2012 18:14:02 (565 letture)

Il Coro El vajo parteciperà domenica 03 giugno alla grande manifestazione "Venezia in coro", che animerà nell'arco dell'intera giornata le calli ed i campi della più bella città del mondo.


Inviato da Ferruccio il 18/5/2012 18:18:49 (699 letture)

Sabato 19 maggio, nella Chiesa dei Mistrorighi in Chiampo, si terrà la tradizionale rassegna dei cori. Inizio previsto alle ore 20.30. Parteciperanno il Coro Vestenanova e El Vajo che presenteranno un repertorio tradizionale, con forti riferimenti alla nostra valle del Chiampo.
Ecco il programma:

Coro El Vajo

Stelutis Alpinis A. Zardini
petalo di rosa B. De Marzi
Na ciacola col fogo B. Zonin - P. Gioco
Mani di luna M. Maiero
Cara mama fame i rici Arm. T. Zardini
Inanay Pop. Aborigeno
Nel Vento P. Zanconato - P. Gioco


Coro Vestenanova:

1 Il santo nome/la vergine degli angeli G. Verdi
2 le voci di Nikolajewka B. De Marzi
3 Dormono le rose B. De Marzi
4 Golico B. De Marzi
5 Squilli eccheggi G. Verdi
6 Rifugio bianco B. De Marzi
7 Benia calastori B. De Marzi


Inviato da Ferruccio il 13/5/2012 19:16:40 (538 letture)

Auditorium gremito per il sesto Concerto di Primavera, tenuto sabato 12 maggio a Chiampo. Protagonista il Coro El Vajo e, con sorpresa di tutti, le "mogli, morose, amanti, mamme, figlie" dei coristi. Questa una delle grandi sorprese annunciate dal maestro Gioco, unita ad una presentazione dei pezzi, ben 19, con l'accompagnamento delle immagini. Il pubblico ha così potuto gustare la bellezza della nostra alta valle del Chiampo e le musiche che essa ha saputo ispirare nel cuore e nella mente di parolieri e compositori. Altra bella novità il pezzo scritto da Bruno Zonin e musicato da Paolo Gioco, che rispolvera ed esalta i sentimenti che il fuoco nel camino sa suggerire e sublimare. Riproposto anche il pezzo "il vento", con parole di Paolo Zanconato e musica sempre di Paolo; un brano che ha assunto un particolare significato perchè in tutti noi c'era il ricordo della scomparsa della mamma del nostro bravo corista. Accennavo alla presenza sul palco, per interpretare due canzoni, del sesso femminile. Un'invenzione che è piaciuta alle oltre trecento persone presenti perchè ha introdotto un momento gogliardico e scherzoso, che ha contribuito a far sorridere i presenti, aiutandoli a dimenticare la durezza del momento economico che la società italiana sta vivendo.


Inviato da Ferruccio il 10/5/2012 19:24:01 (639 letture)

Concerto di primavera 2012


1.Varda che vien matina B. De Marzi
Leva su bela elab. P. Gioco
Angelina elab. G. Malatesta

2.Improvviso B. De Marzi
Mani di luna M. Maiero

3.Rifugio Bianco B. De Marzi
Cortesani B. De Marzi
Petalo di rosa B. De Marzi

4.Nanneddu meu T. Puddu
Non potho reposare elab. M. Marchesi

5.'Na ciacola col fogo parole di B. Zonin
musica di P. Gioco

6.Inanay pop. aborigeno

7.Thula sizwe pop. zulù
Tsena tsena pop. Israeliana

8.Un bacio a mezzanotte G. Kramer

9.Però mi vuole bene Giacobetti - Savona - Cichellero

10.Nel vento parole: P. Zanconato
musica: P. Gioco
11.Mateçs M. Maiero
Cara mama fame i rici elab. T. Zardini


Inviato da Ferruccio il 25/4/2012 10:03:34 (663 letture)

Sabato dodici maggio, nell'Auditorium del Comune di Chiampo, alle ore 20.30, si terrà il biennale appuntamento del "Concerto di Primavera". Il Coro El Vajo si esibirà per i suoi sostenitori e appassionati con una serata speciale, tutta imperniata su un repertorio pieno di novità, che certamente coinvolgerà i presenti. Il funambolico maestro Paolo Gioco, non ha voluto rivelare come l'appuntamento si svolgerà, contando molto sull'effetto sorpresa. Trapelano molte indiscrezioni ma, per non "prendere un granchio", è bene essere prudenti.Sarà una serata speciale, alla quale siete tutti invitati. L'ingresso è ovviamente gratuito ed è sponsorizzato dall'Amministrazione Comunale di Chiampo.


Inviato da Ferruccio il 28/3/2012 20:09:05 (558 letture)

La Mamma di Paolo, corista di lungo corso, è tornata alla Casa del Padre, dopo anni di sofferenza vissuti con grande coraggio e dignità. La Mamma è, per ogni essere umano, la sublimazione della bontà e dell'Amore. Ci ha custodito nel suo grembo per darci la luce e, passo passo, ci ha accompagnato negli anni della crescita e della maturità. Quando la morte passa e ce La toglie il primo sentimento è di incredulità, perchè non si può umanamente accettare di non averla più con noi. Improvvisamente ci si rende conto della fragilità che accompagna la nostra vita e lo sguardo si alza verso il cielo. Lassù, tra gli angeli, la Mamma di Paolo ora vive e certamente non ti farà mancare la sua carezza, la sua protezione, la sua consolazione.
Caro Paolo, la grande famiglia del Coro El Vajo ti è vicina e partecipa al tuo dolore.


Inviato da Ferruccio il 2/3/2012 16:20:04 (694 letture)

Su invito della "Corale Vestenanova" il Coro El Vajo sarà presente alla rassegna che si terrà in quella località sabato 17 marzo 2012, alle ore 20.30, nella Chiesa Parrocchiale.
Ecco le cante preparate dal maestro Paolo Gioco per l'occasione:

1. Belle rose du printemps T. Usuelli
2. La bella Dafne G. Croce
3. Leva su bela P. Gioco
4. Mani di luna M. Maiero
5. Nanneddu meu L. Marielli
6. La Sagra B. De Marzi
7. Ninna nanna Anzit M. Crestani
8. Nel vento P. Gioco


Introdurrà la serata la Corale Vestenanova e si esibiranno anche dei ragazzi che eseguiranno alcuni pezzi strumentali con pianoforte.
L'ingresso è libero


Inviato da Ferruccio il 5/2/2012 18:07:34 (698 letture)

Il freddo intenso, meno 5 gradi, e la leggera nevicata non hanno impedito agli appassionati del bel canto di essere presenti sabato sera alla "Serata della Solidarietà", che ha visto la partecipazione, oltre al Coro El Vajo i Cori "San Daniele di Sovizzo e "Voci colorate" di Molino di Altissimo. Chiesa esaurita e grande entusiasmo hanno sottolineato le esibizioni, eseguite in punta di fioretto, con grande abilità e sicurezza. Toccante la testimonianza di frate Giampaolo Menghini, responsabile dell'Ufficio Missionario di Monselice, che ha raccontato con quanta fatica si riesca a sostenere le attività del lebbrosario di Cumura, in Guinea Bissau e quanto bisogno di aiuto ci sia per garantire un minimo di dignità e sopravvivenza ai pazienti, colpiti spesso da tubercolosi o AIDS. A nome del Vajo desidero ancora una volta ringraziare i tantissimi intervenuti e sopratutto i cori che, gratuitamente hanno animato la serata.


« 1 2 3 4 (5) 6 7 8 ... 10 »

Contattaci : info@elvajo.it